Caratteristiche essenziali delle costruzioni antisismiche

Lo sappiamo: l’Italia è tristemente nota per essere un paese ad elevato rischio sismico, con aree territoriali più o meno soggette a fenomeni sismici ricorrenti. Per questa ragione, è fondamentale conoscere e applicare metodologie di costruzione antisismiche, in modo da realizzare case sicure ed edifici stabili. 

Sul termine “antisismico” ci sono tantissimi fraintendimenti. Spesso vengono definite “antisismiche” case progettate semplicemente per garantire la sopravvivenza degli abitanti, e che quindi non sono realmente antisismiche. La differenza è sottile da comprendere ma dalla conseguenze enormi. Una casa erroneamente definita “antisismica” è progettata in modo che tutte le parti dell’edificio, sia strutturali che non, possano subire danni anche gravi senza crollare, in modo da garantire la sicurezza delle persone che vi sono dentro, nonostante non sia più abitabile.

Una vera casa antisismica invece è progettata per essere nuovamente abitabile anche dopo una forte scossa. Quindi in questo caso non solo viene preservata l’incolumità degli abitanti, ma anche l’integrità della struttura interna ed esterna. Una bella differenza!

Costruzioni antisismiche: caratteristiche principali 

Un edificio, per essere definito realmente antisismico, deve rispettare principalmente i seguenti requisiti:

  • Deve essere in grado di garantire l’incolumità degli abitanti che vivono all’interno. Non deve quindi crollare.
  • Deve restare agibile, abitabile e mantenere le sue caratteristiche antisismiche anche dopo un terremoto.
  • Deve essere in grado di resistere a più scosse in successione.
  • Non deve subire danneggiamenti e, in caso contrario, essere riparabile in tempi brevi e a bassi costi.

In sostanza, una casa che sia davvero antisismica deve possedere elevata resistenza e mantenere le performance anche dopo molti anni dalla sua costruzione. 

Metodi di costruzione antisismica: il sistema a secco di Sanseverino Costruzioni

Due sono gli aspetti di cui bisogna tenere conto per realizzare case antisismiche: il metodo costruttivo e i materiali. Alcuni materiali infatti sono più sicuri di altri. 

Noi come Sanseverino Costruzioni ci occupiamo principalmente di costruzioni a secco antisismiche con strutture in acciaio o legno. 

Il metodo di costruzione a secco presenta una serie di vantaggi, primo fra tutti quello di essere naturalmente antisismico perché i vuoti e le intercapedini che si creano tra gli elementi costruttivi assorbono le vibrazioni con una resilienza eccellente. 

Non solo. Grazie al metodo di costruzione a secco, infatti, è possibile non soltanto costruire case ed edifici sicuri e realmente antisismici da zero, ma anche eseguire riqualificazioni sismiche su edifici esistenti. 

Come Sanseverino Costruzioni utilizziamo il sistema a secco anche per l’inserimento di elementi di rinforzo e la riqualificazione sismica dei solai. 

Ci occupiamo inoltre di: risanamento conservativo del tetto in legno, solai in acciaio leggero antisismico, restauro di edifici storici, nuove costruzioni, ristrutturazioni, riqualificazione energetica.

Condividi articolo